La birra artigianale Marialti entra di diritto nella cronaca cesenate

Direttamente da Cesenatoday, l’articolo scritto da Elisabetta Boninsegna sull’intervista a Luca Montalti ideatore, insieme a Matteo Mariani, della birra artigianale a km zero Marialti.

Ha iniziato quattro anni fa nel garage di casa con un’attrezzatura artigianale e tanta passione. Dopo aver ricevuto apprezzamenti da parte di amici che di buona birra se ne intendono, ha iniziato a pensare che forse ci poteva provare anche lui. Così Luca Montalti, cesenate di 40 anni che ora abita a Gatteo Mare, ha iniziato a produrre birra artigianale in modo più serio e ha dato vita al brand “Marialti“.

“Ho iniziato con le ricette normali, poi ci ho preso gusto e ho fatto prime variazioni. – spiega Luca – Attualmente, con l’aiuto delle attrezzature di Mastro Birraio al quale ci appoggiamo per produrla e la consulenza di un amico, Matteo Mariani, produco tre tipi di birra: una chiara, Blonde Ale, dal nome Campesina perché ricorda l’orzo che viene coltivato dai contadini così come faccio io. Per  realizzare la birra, infatti, acquisto l’orzo distico e biologico e lo faccio coltivare da un agriturismo di Fiumicino (Maloura). Praticamente tutto in casa e tutto genuino. Un’altra birra che produco è un’ambrata chiamata Tortuga dal porto di mare nel film dei Pirati dei Caraibi dove i pirati attraccano e bevono buona birra come dei dannati. La terza è una Blanche e per darle il nome mi sono ispirato a mia nipote, la piccola Nina. Anche lei è chiara e profumata. La birra l’ho chiamata Ninik. Sono tutte birre veramente romagnole”. “

Il nuovo produttore di birra artigianale (è un “Brew firm” che segue tutte le fasi di lavorazione dalla ricetta alla consegna al cliente) è già arrivato a duemila litri al mese e in programma ha davvero molte novità dettate dalla capacità, ormai acquisita, e dall’autentica passione romagnola. La prima novità è quella di realizzare una birra con un prodotto tipico di Cesena, una frutta che ricorda la nostra terra. Senza svelare troppo, Luca ci spiega che intorno ad agosto sarà pronta. Sarà fresca e piacevole, ideale per le serate romagnole, sia in spiaggia che in collina.

La seconda novità è la birra in mare:

“In questa nuova avventura lavoro insieme alla “Cantina nel mare” che affina le bottiglie di vino a 12 metri di profondità – spiega Luca – Loro mettono le bottiglie di vino sigillate con la ceralacca all’interno di pupitre al largo del mare Adriatico. Io, invece, ci metto le bottiglie di birra Marialti. Vengono tenute lì per 5 o 6 mesi in un ambiente (assenza di luce, di rumori e pressione costante) in cui ci sono le condizioni migliori per affinarsi e conservarsi nella condizione migliore. In più, oltre al gusto, le bottiglie ne guadagnano in estetica. Al vetro si attaccano conchiglie, sabbia e altri residui del mare, creando un prodotto ricercato”. Anche questo tipo di birra sarà pronta in piena estate.

Ma dove si trovano a Cesena le birre di Marialti?

“Vengono vendute in varie attività, per esempio si trovano alla Cantera al Caffeina e al Kick off. Sono presenti anche fuori città, in vari locali tra Bertinoro e Cervia”.

Fonte: www.cesenatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.