Cesenatoday apre le porte a “Tci béla” la nuova birra artigianale targata MariAlti

Direttamente da Cesenatoday, l’articolo scritto da Elisabetta Boninsegna sulla nuova birra artigianale MariAlti.

Il titolo del post suona come un poesia del passato “È quasi scomparsa, ora la “bella di Cesena” si può assaporare almeno nella birra“. Queste le righe scritte da Elisabetta per il quotidiano online più conosciuto di Cesena.

Stiamo parlando della birra alla “Bella di Cesena” la pesca del territorio che, purtroppo, da vari decenni, pur essendo l’unica pesca utilizzata per il famoso long drink “Bellini”, non viene più prodotta.

L’hanno chiamata “Tci béla” (Sei bella) e le sue caratteristiche sono veramente quelle di una bella donna: dolce, delicata, profumata e intensa. Stiamo parlando della birra alla “Bella di Cesena” la pesca del territorio che, purtroppo, da vari decenni, pur essendo l’unica pesca utilizzata per il famoso long drink “Bellini”, non viene più prodotta perché ha poco mercato. Ma sembra che, nell’ondata della riscoperta dei prodotti a km 0, anche la pesca “pelosina” e tardiva del cesenate possa dire la sua. A utilizzarla per dare un aroma particolare alla birra è stato il brand cesenate MariAlti che, come Brew firm, da qualche anno produce birra artigianale appoggiandosi a Mastro birraio. La “Tci béla” si potrà gustare il primo fine settimana di ottobre, in occasione del Festival Internazionale del Cibo di Strada.

Spiega Luca Montalti

“Nel terreno dell’azienda agricola Maloura di Fiumicino dal quale ci serviamo anche per l’orzo biologicoabbiamo raccolto a fine luglio le tipiche pesche cesenati e poi abbiamo fatto una purea che siamo andati a mischiare alla birra. E’ stata fatta fermentare e in questa settimana l’imbottiglieremo per farla fermentare per la seconda volta. I primi di ottobre sarà bella pronta per essere gustata fresca”.

Prima di questa produzione, MariAlti aveva già provato con le pesche romagnole normali (non della qualità “Bella di Cesena”) con buoni risultati. Con la pesca tardiva, dolce, intensa e aromatica, sarà ancora meglio. E questa birra verrà utilizzata anche per produrre un gelato in collaborazione con la gelateria Leoni e un piatto gourmet da assaggiare all’agriturismo Maloura.

“E’ una birra delicata ma fruttata e aromatica – spiega Montalti – sono molto orgoglioso del nostro nuovo prodotto perché, da cesenate, lavorare con i frutti provenienti dal mio territorio significa valorizzarlo, portarlo in giro. E visto che merita è giusto che tutti lo conoscano e lo riconoscano”.

Fonte: www.cesenatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.